Parità di trattamento per tutti

La Svizzera, paese moderno, fiera terra di diritti civili: ma ancora oggi non tutte le persone maggiorenni godono degli stessi diritti e doveri! È una situazione inaccettabile che deve essere cambiata al più presto!

Legislazione vigente con integrazioni

Ultimo cambiamento del gruppo coordinamento politica LGBTI:   2.05.2011

Definizione del termine «rifugiato»

Art. 3 Legge sull’asilo

1 Sono rifugiati le persone che, nel Paese di origine o di ultima residenza, sono esposte a seri pregiudizi a causa della loro razza, religione, nazionalità, appartenenza a un determinato gruppo sociale o per le loro opinioni politiche, ovvero hanno fondato timore di essere esposte a tali pregiudizi.

Sono pregiudizi seri segnatamente l’esposizione a pericolo della vita, dell’integrità fisica o della libertà, nonché le misure che comportano una pressione psichica insopportabile. Occorre tenere conto dei motivi di fuga specifici della condizione femminile nonché della persecuzione basata sull'orientamento e l'identità sessuali.

Commenti sulle proposte di integrazione

La pratica elvetica e internazionale riconosce che la persecuzione dovuta all'omosessualità è da considerarsi persecuzione basata sull'«appartenenza a un gruppo sociale determinato» ai sensi della Convenzione di Ginevra sui rifugiati, rispettivamente dell'art. 3 cpv. 1 LAsi. 

Le autorità in materia di asilo sono ancora troppo poco sensibilizzate sui meccanismi di persecuzione ai quali fanno fronte le persone omosessuali. Ciò può condurre a decisioni ingiuste. Spesso si consiglia ai richiedenti d'asilo omosessuali di nascondere il loro orientamento sessuale vivendo nel paese di origine, mentre ciò non viene mai richiesto da chi cerca asilo per ragioni di persecuzione religiosa o politica. 

La legge deve pertanto essere più esplicita sulla questione dei richiedenti d'asilo omosessuali. L'art. 3 cpv. 2 frase 2 della LAsi è l'ideale per includere questo aspetto, poiché già oggi tiene conto dei motivi di fuga specifici alle donne, ossia le problematiche di genere risultanti da ordini sociali patriarcali nei paesi d'origine. Inoltre, va notato che anche la relativa direttiva dell'UE menziona esplicitamente l'orientamento sessuale.

Confederazione Svizzera

La legge attualmente in vigore >>

Rapport de ZHAW: «Concernant la situation légale des personnes homosexuelles» PDF