Parità di trattamento per tutti

La Svizzera, paese moderno, fiera terra di diritti civili: ma ancora oggi non tutte le persone maggiorenni godono degli stessi diritti e doveri! È una situazione inaccettabile che deve essere cambiata al più presto!

Legislazione vigente con integrazioni

Ultimo cambiamento del gruppo coordinamento politica LGBTI:   2.05.2011

Dei reati contro la vita e l’integrità della persona

Art. 126 Codice penale svizzero

Vie di fatto

1 Chiunque commette vie di fatto contro una persona, senza cagionarle un danno al corpo o alla salute, è punito, a querela di parte, con la multa.

1bis Se l'autore agisce per odio nei confronti di una persona o di un gruppo a causa dell'origine, della razza, del sesso, dell'età, della lingua, della posizione sociale, del modo di vita e segnatamentte dell'orientamento e dell'identità sessuali, delle convinzioni religiose, filosofiche o politiche, oppure di una menomazione fisica, mentale o psichica, egli incorre in una pena pecuniaria.

(...)

Commenti sulle proposte di integrazione

Le vie di fatto sono generalmente considerate reati bagatellari.

Non sarà più così, se funzioneranno come valvole di sfogo per l'odio contro i gruppi menzionati.

Per questo motivo, in simili casi devono applicarsi sanzioni più elevate.

Per le vie di fatto – a differenza del caso delle lesioni corporali – dovrà però esserci richiesta esplicita della vittima.

Confederazione Svizzera

La legge attualmente in vigore >>

Rapport de ZHAW: «Concernant la situation légale des personnes homosexuelles» PDF